SOCCORSO PIPISTRELLI

I pipistrelli appartengono tutti a specie protette e non sono detenibili dai privati.

Agire correttamente, senza improvvisare, nelle prime fasi di soccorso fa la differenza sulle possibilità di sopravvivenza e di recupero dell'esemplare.

 

Se trovi un pipistrello in difficoltà, ad esempio se è a terra e non vola, se è stato preso dal gatto o se è evidentemente ferito, va raccolto delicatamente utilizzando un panno pulito e proteggendosi le mani con dei guanti (non prenderlo per le ali).

 

Il pipistrello va maneggiato il meno possibile e adagiato in una scatola, tipo da scarpe priva di odori forti, con un foglio di carta assorbente al fondo e con fori del diametro di una matita fatti sul coperchio.

Una volta messo in sicurezza l’esemplare, chiama lo Sportello pipistrelli per informazioni sul primo soccorso che possono essere diverse a seconda che tu abbia trovato un pipistrello adulto oppure un cucciolo, un esemplare ferito o meno:

Se sei in provincia di Bergamo o Brescia puoi rivolgerti direttamente al Centro di Recupero Animali Selvatici WWF di Valpredina (province di Bergamo e Brescia) 035956140 per concordare la consegna dell’esemplare al Centro.

 

Non inviare mail per richiedere informazioni sul soccorso! Rischi di perdere tempo prezioso per il soccorso del pipistrello che hai trovato. 

Come rapida guida in caso di dubbio se intervenire o meno consulta questa breve guida:

 
  • Instagram
  • Facebook Social Icon

©2018 by Gruppo chirotterologico Le Sgrignapole. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now